italianoenglish
Sport Without Borders Italy in Bolivia
BOLIVIA SCUOLE DI CALCIO, SCUOLE DI VITA



sport senza frontiere bolivia

Il progetto - promosso dalla associazione boliviana senza fini di lucro APEA-Acción por una Educación Activa - pretende implementare una serie di azioni socio-educative per rafforzare il servizio pubblico di 24 scuole municipali di calcio della città di El Alto in maniera che queste siano in grado di proteggere i diritti dei circa 2500 alunni, promuovendone lo sviluppo psico-fisico integrale attraverso la pratica dello sport.
La città di El Alto presenta i più alti indici di violenza infantile ed offre ai suoi giovani pochissimi spazi di gioco e ricreazione. Il progetto si configura come continuità di una azione di sostegno alle Defensorias de la Ninez y Adolescencia (DNA) di El Alto sviluppata tra il 2005 ed il 2009.
Attraverso il rafforzamento istituzionale ed operativo delle scuole, la formazione delle risorse umane che operano in esse ed una permanente assistenza tecnica sul campo (di pallone) il progetto appunta alla creazione di spazi all'interno dei quali sia possibile coltivare la capacità di integrazione in gruppi con obiettivi collettivi, il riconoscimento dell'importanza del rispetto di norme prestabilite, la capacità di organizzazione, la coordinazione e motivazione di gruppi umani, il rispetto degli altri e l'autostima dei singoli.
In questa cornice, dal 2011 il progetto lavora anche con gli adolescenti privati di libertà del "Centro di Rieducazione Qalauma", nella città di Viacha (Regione di La Paz).

Maya Koshi, responsabile Sport Without Borders Italy in Bolivia accion.mkoshi@gmail.com